mercoledì 21 dicembre 2016

Ti racconto | Le fate del Travancore di Nicola Tenani

Il Travancore: una regione situata nell’India precedente l’Indipendenza del 1947, un regno a cavallo tra gli attuali confini meridionali dello stato del Kerala (allora suddiviso in tre regioni, Travancore, Kochi, Malabar) e parte del confinante Tamil Nadu. Oggi i confini sono definiti in modalità diverse ma il Travancore esiste nella sua cultura, cibi, usanze, aspetti naturalistici, templi, luoghi, storie di uomini e donne forgiate nei millenni al senso dell’armonia interreligiosa e alla convivenza tra caste e etnie variegate. Chi sono le fate del Travancore? Sono le donne di questo angolo di tropico indiano: all’interno del romanzo viaggerete in quelle terre attraverso spaccati delle loro vite, delusioni, sofferenze, sogni, disillusioni e successi. Per le mie ‘fate’ ho voluto in tutte le storie un happy-end per allontanare l’odore sgradevole di una stampa internazionale che si occupa di India solamente in frangenti di violenze, per mostrare un aspetto diverso, la tenacia, la cultura, la spiritualità di un popolo che merita e chiede un diverso approccio.

Tre racconti, tre donne e un viaggio nel Kerala, in quell'India magica, misteriosa, affascinante.
Subha, Sajitha, Judy sono i nomi della fate che vivono in questo posto magico. Non sono le fate a cui siamo abituati, con le ali, le bacchette e la porporina, ma hanno poteri altrettanto straordinari. Sono donne, bambine, ragazze che ogni giorno studiano, giocano, lavorano e combattono contro una cultura che le relega sempre un gradino più in basso rispetto ai loro uomini.
L'autore ci trascina in un viaggio incredibile, alla scoperta di un angolo di mondo così straordinariamente suggestivo che ti basta chiudere gli occhi per sentire gli odori, i profumi, vedere i colori, sentire i suoni, le canzoni. Non è solo un viaggio fisico ma anche mentale, spirituale, umano; calarsi completamente in una cultura diversa, spesso così lontana dalle nostre abitudini, dalla nostre usanze. Entrare - in punta di piedi - in un tessuto culturale così distante dal tuo e raccontarsi, capirsi, ritrovarsi semplicemente.
Ti cattura e ti incanta come un bambino di fronte a una splendida fiaba grazie a uno stile fluido e lirico allo stesso tempo. Poetico eppure vivo, vero, autentico.


Image and video hosting by TinyPic


4 commenti:

  1. Ciao! Adoro la cultura orientale, quella indiana in special modo. Ho letto tanti libri a riguardo e mi hanno sempre affascinato. Inoltre amo anche le letture che hanno per protagoniste le donne, quindi direi che questo libro è perfetto per me. Mi hai molto incuriosito e segno il titolo perché vedrò di farci un pensierino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una lettura davvero interessante :D

      Elimina
  2. Mi piacciono molto i libri che hanno le donne come protagoniste!
    Credo che questo libro mi piacerebbe molto!
    Nuova iscritta! Mi farebbe molto piacere se passassi da me e ricambiassi!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.it

    RispondiElimina
  3. vi auguro una buona lettura, nel caso vi servissero copie fisiche con piccoli mantra autografati basta che mi contattiate e sarò felici di inviarvi gli ultimi libri rimastimi dalla casa editrice!
    Buona lettura e buon anno all'attenta Viola e a voi che la seguite.
    Nicola Tenani

    RispondiElimina